Comunicato Stampa

MADRID, UN VIAGGIO AL BENESSERE URBANO

Madrid, Palacio de Cristal, Parque de El Retiro di Ente Spagnolo del Turismo-Turespaña

Milano, 25 di marzo di 2024

Sette ottime ragioni per visitare la capitale della Spagna Dicono che viaggiare crea benessere, aiuti a produrre gli ormoni della felicità, a ridurre lo stress e a migliorare l’autostima e contribuisca a conoscere altre culture e ad apprendere cose nuove. Madrid si propone come luogo dove si possono ‘ricaricare le pile’ come in nessun altro posto nel mondo. E ci sono 7 buone ragioni per farlo. Per la sua luce La luce del sole migliora lo stato d’animo e rinforza ossa e sistema immunitario. Madrid è la capitale europea con più ore di luce solare: 3mila ore all’anno, che invogliano a passeggiare e scoprirne fino all’ultimo angolo; e questo a prescindere dalla stagione scelta per il viaggio. Tanto è luminosa Madrid da aver meritato il titolo dell’Unesco come patrimonio mondiale per il ‘Paisaje de la Luz’, che include il Paseo del Prado tra Cibeles e plaza del Emperador Carlos V, Atocha, il parco del Retiro e il quartiere los Jerónimos. E sotto il sole si può camminare per unire arte e natura verso palazzi istituzionali come il Palacio de Cibeles, il Museo Thyssen-Bornemisza, il Museo Naval, il Prado, il Museo Nacional de Artes Decorativas, il Real Jardín Botánico, il Real Observatorio Astronómico, il Museo Nacional de Antropología o il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía. Per il suo dinamismo e l’offerta diversificata Madrid è una città dinamica, in costante rinnovamento con continue novità: storiche, culturali, gastronomiche, naturalistiche, sportive, di shopping e divertimento. Non ci si annoia mai: a tavola tra taverne, locali centenari, ristoranti stellati (ben 26) o mercati, come quello di San Miguel o San Antón. Ma anche nei musei o nei centri culturali d’avanguardia come il Matadero o il Museo de la felicidad, con oltre 20 esperienze sensoriali da provare, incluso il Risódromo. Per la sostenibilità che si respira nelle sue vie Oltre il 55% delle vie cittadine sono alberate, quasi 300mila piante migliorano la qualità dell’aria e fanno di Madrid la seconda città al mondo dopo Tokio con più alberi; per la Fao è ‘Ciudad arbórea del mundo’. Passeggiare nelle zone pedonali, nei parchi e nei giardini come Madrid Río o la Casa de Campo regala energia e serenità. Così come remare dopo aver affittato una barca multicolore nel lago del parco del Retiro o pedalare su una bicicletta elettrica per le ciclabili della città o lungo l’anello che la circonda. Per il lusso dell’offerta alberghiera Continua a crescere il turismo ‘wellness’ e Madrid, con 39 hotel a 5 stelle, offre tutti i servizi migliori per il benessere: posizione, servizi personalizzati, alta gastronomia, spa, centri per i trattamenti di bellezza. La spa del Four Seasons, per esempio, con i suoi oltre 1400 metri quadrati, accoglie clienti e visitatori; o il Mandarin Oriental Ritz con la piscina climatizzata e le docce esperienziali oltre al servizio del tristellato chef Quique Dacosta; o lo speciale bagno d’argilla al The Madrid EDITION, i trattamenti esclusivi dell’URSO hotel & Spa, le installazioni per il relax o lo sport al Rosewood Villa Magna o le esperienze ad personam e i trattamenti di bellezza al Bless Hotel Madrid Per la sua accoglienza, che invita a rimanere L’accoglienza è la cifra distintiva di Madrid: è molto facile integrarsi nella vita dei madrileni, seguire i loro costumi rilassati come il ‘terraceo’, sedersi in una terrazza assolata, aggirarsi tra le bancarelle del mercato all’aperto ‘El Rastro’ in cerca di antichità o tesori vintage e poi prendere un aperitivo a La Latina. Il massimo dell’autenticità è fare la ‘vida de barrio’, conoscere i vicini, dividerne le attività culturali e ricreative, i negozi o i ristoranti tipici di quartiere come el Madrid de Los Austrias o Chamberí La Latina o el Barrio de Las Letras, il multiculturale Lavapiés o Malasaña, quartiere tradizionale e insieme bohemienne e alternativo. O ancora Carabanchel, polo attrattivo per studi e gallerie di giovani artisti, o Usera, la Chinatown madrileña. Per i tramonti che infondono calma Al tramonto Madrid riserva una delle esperienze più magiche, con i mille colori pennellati sul cielo della città; a quell’ora è bello stare al Parque del Cuartel de la Montaña, vicino a Plaza de España, per ammirare il Templo de Debod, costruzione egizia del II secolo. Tramonti spettacolari si possono ammirare dal Mirador Madrid, la torre più alta del Palacio de Cibeles con una vista a 360 gradi della città. Da non perdere anche i tramonti dalla Azotea del Círculo de Bellas Artes, dal laghetto del parco del Retiro, dai Jardín de Las Vistillas, dal Parque del Oeste o dal Mirador de la Cornisa del Palacio Real con vista su Casa de Campo. Per le sue notti piene di energia Madrid si è guadagnata la fama di una città che non dorme mai: la magia del flamenco, uno spettacolo dal vivo mentre si cena, vedere un musical o un’opera, brindare con cocktail d’autore su spettacolari terrazze panoramiche. E sono solo alcuni dei modi per vivere la notte di Madrid.

Motore di ricerca di comunicati stampa

Mese
Anno

Non sono stati trovati risultati per la ricerca "{0}".